12/12/2003

Ristrutturazioni edilizie: il “bonus” 41% e l’Iva 10% tra il 2003 e il
2004

Semprechè, “cammin facendo”, il testo della Finanziaria 2004 non subisca
altre modifiche (ma non c’è più molto tempo, perché prima di Natale i
giochi dovranno essere fatti), sarà possibile utilizzare in
quest’ultimissimo scorcio dell’anno – per le ristrutturazioni edilizie –
sia le agevolazioni dell’iva che scadranno il 31/12/2003 (con l’aliquota,
cioè, del 10% invece che del 20%) e sia il maggior credito d’imposta, che
dall’1/1/2004 passa infatti dal 36% al 41%.
Sarà cioè sufficiente far emettere la fattura dall’impresa che effettua i
lavori entro il 31/12/2003, e però, attenzione, provvedere al suo pagamento
( rigorosamente con bonifico bancario) soltanto dal 1 gennaio 2004 in
poi.
Salve, pertanto, ulteriori novità dell’ultimora (occhio, dunque, alla
stampa quotidiana ed anche alla nostra Rubrica), questa è un’opportunità
che si può tentare di sfruttare.
(Studio Associato)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!