15/11/2003
Ancora su “maxi decreto-legge” e Finanziaria 2004

L’eccessivo numero di emendamenti al “maxi decreto-legge” che, come noto,
contiene la maggior parte della manovra finanziaria 2004, indurrà quasi
sicuramente il Governo a porvi “la fiducia” anche alla Camera (dopo averla
chiesta e ottenuta al Senato), con la conseguente conversione in legge del
decreto nel testo approvato dal Senato (che infatti è stato già approvato,
senza modifiche, dalla Commissione Bilancio di Montecitorio).
Sono tuttavia emerse critiche ad alcune norme contenute nel decreto-legge,
quali lo scarso appeal del concordato preventivo e il giudizio negativo
del Garante sulla privacy sulla ricetta ottica e le carte sanitarie, che
pertanto potrebbero essere modificate dal Parlamento in sede di
approvazione della vera e propria legge Finanziaria.
A proposito di quest’ultima, il Senato ha già dato il suo OK definitivo,
votando tuttavia due norme molto controverse, l’una relativa
all’edificabilità su terreni incendiati (che sarà espressamente vietata
nei comuni sprovvisti di piano regolatore), l’altra concernente
l’obbligatorietà di polizze assicurative per le unità abitative contro i
rischi di calamità naturali. Inoltre, sono stati elevati gli stanziamenti
per la ricerca, sostenendo la misura anche con l’aumento dell’accisa sui
superalcolici, e allentate le incompatibilità delle cariche nelle
fondazioni bancarie.
Diventa, infine, molto probabile l’estensione del condono fiscale all’anno
2002.
Alle prossime …

(Studio Associato)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!