12/09/2003
Tassato l’incentivo alle dimissioni.

È quanto sancisce la recente decisione della Corte di Cassazione, Sez.
Trib, precisando che qualsiasi somma erogata in correlazione, anche
indiretta, con la cessazione del rapporto di lavoro dipendente, ivi
compresa, pertanto, quella liquidata quale incentivo alle dimissioni, deve
essere assoggettata ad Irpef, con il beneficio, tuttavia, della “tassazione
separata” (che consente di applicare l’aliquota media dichiarata nelle
ultime due dichiarazioni dei redditi dal percipiente).
Gli importi in argomento, pertanto, non possono più essere considerati
erogazioni liberali di carattere eccezionale (che, quando davvero tali,
restano comunque somme non imponibili).

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!