15.05.03

A margine dei diritti del correntista bancario.

E, sempre a proposito di privacy, merita di essere segnalata una
decisione proprio del Garante per la protezione dei dati personali (del
4.05.2003) che ha ordinato ad una banca di fornire al correntista che ne
abbia fatto richiesta, ed entro un termine stabilito, tutti i riscontri
relativi agli e/c disponibili negli archivi cartacei , mettendogli a
disposizione copia di tutta la relativa documentazione, non essendo
sufficiente, a questo riguardo, la semplice (ri)consegna degli estratti
conto già forniti mensilmente. Quantomeno, il cliente deve essere messo in
grado di visionare l’intera documentazione di supporto dell’e/c, se del
caso ricevendone copia.
La decisione può tornare utile soprattutto quando si intenda verificare
l’eventuale indebito utilizzo da parte di terzi di una carta di credito
smarrita, o in casi congeneri.

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!