News del 14/5/2003

L’(ulteriore) rivalutazione di società e terreni

Come ricordato nella Sediva news del 7/1/2003, il decreto legge di fine
anno (art. 2 D.L.282/02 conv. L. 27/2003) ha fissato al 16/5/2003 il
(nuovo) termine per il versamento dell’imposta sostitutiva applicata sul
valore conseguente alla rivalutazione dei valori di acquisto di quote
sociali e di terreni edificabili (e con destinazione agricola) posseduti
al 1/1/2003, e da determinare con la consueta perizia ad hoc asseverata da
un professionista.
L’Agenzia delle Entrate, con la circolare del 9/5/2003 n. 27/E, nel
rammentare doverosamente che tale imposta sostitutiva ammonta al 4% del
valore – risultante dalla perizia – dei terreni e delle quote sociali c.d.
“qualificate” (e al 2% di quelle “non qualificate”), ha anche precisato
che la norma in argomento non deve essere considerata come una mera proroga
della stessa disposizione agevolativa già prevista nella Legge Finanziaria
2002, e pertanto il contribuente che abbia eventualmente già provveduto al
versamento della medesima imposta con riguardo al valore del bene al
1/1/2002, può nondimeno ora usufruire di questa nuova agevolazione,
procedendo tuttavia a far redigere una nuova perizia di stima al 1/1/2003.
Inoltre, prosegue l’Agenzia delle Entrate , il contribuente può chiedere il
rimborso dell’imposta sostitutiva versata per i valori e i terreni
detenuti al 1/1/2002 e liquidare direttamente quella risultante dalla nuova
perizia al 1/1/2003; e, sempre in tale evenienza, ove egli abbia rateizzato
l’imposta sostitutiva precedentemente dovuta , può oggi non versare le
rate successive, fermo il diritto da parte sua al rimborso della prima.

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!