27.02.2003
Bonus assunzioni: un caso particolare

Come abbiamo ricordato in altre circostanze, il credito d’imposta per un
neo-assunto spetta soltanto quando quest’ultimo, ricorrendo ovviamente
anche le altre condizioni, abbia alle spalle almeno due anni di
disoccupazione.
E però, si badi bene, deve trattarsi di autentica ed ininterrotta
disoccupazione, e pertanto, quando il lavoratore – appunto nei due anni
precedenti – abbia invece per una qualsiasi ragione interrotto un rapporto
indeterminato con altro datore di lavoro, durato magari soltanto pochi
giorni, la sua assunzione non è in grado di generare il bonus a favore del
nuovo datore.
Così una recente risoluzione, sicuramente di rilievo, dell’Agenzia delle
Entrate.

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!