News del 19/2/2003

La delega del Parlamento al Governo per i nuovi contratti di lavoro.

Il Parlamento, come già ricordato, ha delegato il Governo ad emanare una
serie di decreti attuativi della riforma del mondo del lavoro.
Sono previsti una serie di contratti c.d. atipici, cioè fuori dagli schemi
convenzionali, e tutti denominati rigorosamente in inglese.
Le forme principali contemplate sono quattro:
– Job on call , cioè il lavoro a chiamata, che permette ad un’impresa di
utilizzare un lavoratore solo quando ne ha necessità e con un minimo
preavviso; il lavoratore oltre allo stipendio riceverà anche un’
“indennità di disponibilità”;
– job sharing, dove un posto di lavoro è “suddiviso” tra due dipendenti,
che perciò “spartiscono” tra loro retribuzione e orari;
– collaborazioni coordinate e continuative, che consentono la
realizzazione di un progetto o di un programma di lavoro con contratto
scritto, con durata e retribuzione; le collaborazioni di durata
inferiore a 30 giorni e un compenso inferiore ad € 5.000,00 sono da
considerarsi occasionali e non continuative;
– formazione lavoro , con una nuova disciplina del contratto di
apprendistato e di formazione , ma con la sostanziale eliminazione
di questi ultimi.
Oltre alle società di lavoro interinale, saranno previste le staff leasing,
cioè aziende che potranno affittare manodopera anche a tempo indeterminato.
Inoltre, salvo il collocamento pubblico, potranno essere istituite agenzie
private e consulenti per la “collocazione” di lavoro dipendente, ed anche
le università saranno praticamente autorizzate al collocamento.
In ogni caso, le varie strutture, pubbliche e private, che si occupano del
collocamento dei dipendenti saranno collegate tra loro in una rete
nazionale.
Allo scopo di eliminare il contenzioso tra lavoratore e datore di lavoro,
infine, saranno costituite apposite commissioni composte da datori di
lavoro, associazioni di lavoratori, strutture pubbliche e strutture
universitarie che definiranno dunque le vertenze.

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!