11.02.2003

Determinato il saggio d’interesse per i pagamenti ritardati.

Ai fini dell’operatività del decreto legislativo n.231/02, relativo alla
decorrenza automatica nelle transazioni commerciali degli interessi di mora
alla scadenza dei termini di pagamento (v. Sediva News del 28/10/2002,
28/11/2002 e 15/01/2003), mancava l’ultimo tassello: la quantificazione del
saggio d’interesse.
Vi ha provveduto il Ministero dell’Economia, che ha comunicato che il
tasso, al netto della maggiorazione di sette punti prevista (dall’art. 5
del dlgs n. 231/02), è pari :
– al 3,35% + 7% = 10,35%, per il secondo semestre 2002;
– al 2,85% + 7% = 9,85%, per il primo semestre 2003.
Per il secondo semestre di quest’anno, se ne parlerà a luglio prossimo.

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!