22/01/2003
La Finanziaria 2003 dalla A alla Z (lett.M-P)

Mutui a tasso zero per le nuove famiglie
Le coppie di sposi potranno beneficiare di un mutuo a “tasso zero” per
l’acquisto della prima casa, indipendentemente dalla loro età.
Neo assunti
Richiamando quanto detto con riguardo al “bonus assunzioni” (v. Sediva
News del 17/01/2003), per ogni nuovo assunto – a decorrere dall’1.1.03 e
fino al 31.12.06 – scatta un credito d’imposta di 100 euro , che diventano
150 se il neo assunto è ultraquarantacinquenne e 400 euro se l’impresa
datrice di lavoro opera in una “zona svantaggiata”.
Omeopatici
Come già ricordato, per i farmaci omeopatici che nel nostro Paese siano
sul mercato fin dal 1992, l’autorizzazione alla loro commercializzazione
viene prorogata al 31/12/2008.

Operazione .”turn-over”

Scatta quest’anno lo sblocco del personale precedentemente assunto al di
là del numero di dipendenti in organico.
Partita iva
Le partite Iva aperte e mai utilizzate possono essere regolarizzate,
versando – sempre entro il 16 marzo 2003 – 100 euro.
Pensioni e cumulo
Si amplia la platea dei pensionati (qui parliamo sempre di quelli d’
“anzianità”, naturalmente) che possono cumulare l’assegno pensionistico
con redditi di lavoro dipendente e/o autonomo senza perdere neppure mezzo
euro di pensione.
Dal 1° gennaio di quest’anno, infatti, il cumulo “senza oneri” si apre
anche al pensionato con almeno 37 anni di contribuzione e 58 anni di età
(v. Sediva News del 16/12/2002, 15/11/2002 e 08/10/2002).
C’è, infine, la possibilità di un condono per il pensionato che, pur
soggetto all’incumulabilità tra pensioni e stipendi, non ha comunicato i
dati al proprio ente previdenziale: entro il solito 16/03/2003, però, egli
dovrà sborsare (anche a rate) una somma di denaro variabile in funzione
degli anni di contribuzione , dell’età, ecc…
Proroga dei termini
Per chi non si avvarrà del condono, o del concordato, o , anche, della
dichiarazione integrativa semplice, i termini di decadenza dei poteri
d’accertamento del Fisco vengono prorogati di un anno (v. Sediva News del
11/01/2003).
Sarà sufficiente, però, integrare anche di un solo euro tutti i redditi
dichiarati dal 1997 al 2001, per evitare la proroga di un anno del
termine di decadenza dell’Ufficio

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!