21/01/2003
La Finanziaria 2003 dalla A alla Z (lett.E – L)

Edilizia
E’ stato prorogato al 30 settembre 2003 lo sgravio del famoso 36%
derivante dalla ristrutturazione di abitazioni; ed è confermata l’aliquota
IVA del 10%.
L’ammontare complessivo “utile”, a questi fini, delle spese sostenute è
pari a € 48.000, considerando però anche i lavori eventualmente effettuati
in precedenza.
Il recupero del 36% deve essere tuttavia operato in dieci anni, ma le
persone ultrasettantacinquenni e ultraottantenni possono detrarre (dalle
imposte dovute, è bene ricordarlo) l’importo, rispettivamente, in cinque e
tre quote annuali di pari importo.
Farmaci omeopatici
Prorogata a tutto il 2008, l’autorizzazione all’immissione in commercio dei
farmaci omeopatici presenti in Italia già dal 1992.
Giochi
Introdotti dei tetti alle vincite con i video poker.
Handicappati
Le retribuzioni corrisposte ai disabili, e agli invalidi in genere, nonché
agli apprendisti e al personale assunto con contratto di formazione, sono
ora deducibili per intero ai fini Irap, e così pure i contributi per le
assicurazioni obbligatorie contro gli infortuni sul lavoro.
Ici
Il termine di accertamento per l’Ici dovuta per il 1998, scaduto il
31/12/2002, è stato prorogato al 31/12/2003.
Imposte indirette
Anche qui è ovviamente prevista una sanatoria che riguarda tutti i tributi
indiretti, come il registro, la donazione, la successione e l’Invim.
Chi ha interesse, dovrà presentare entro il 16 marzo p.v. un’istanza di
definizione aumentando però del 25% il valore dichiarato negli atti
ufficiali posti in essere fino al 30 novembre 2002.
L’Agenzia delle Entrate determinerà i maggiori tributi dovuti senza
considerare sanzioni o interessi.
La sanatoria riguarda anche atti mai dichiarati, e dunque per il
contribuente, che abbia omesso la registrazione di una scrittura o di un
contratto importante, può essere naturalmente una buona occasione per non
pagare penalità.
Irpef
Sono state modificate le fasce di reddito e le varie aliquote Irpef.
Le aliquote sono ora cinque: 23% fino a € 15.000; 29% da € 15.000 a €
29.000; 31% da € 29.000 a € 32.600; 39% da € 32.600 a € 70.000; 45% oltre €
70.000.
Irpeg
L’aliquota Irpeg è passata, dal 1 gennaio 2003, dal 36% al 34%; la
riduzione riguarda ovviamente le sole società di capitali (spa, srl ).
Lira
Le banconote e le monete in lire possono essere convertite in euro presso
le filiali della Banca d’Italia entro il 28/02/2012.
Locazioni
Tra le tante, c’è anche la sanatoria per le imposte di registro
eventualmente non versate in ordine ai contratti di locazione (specie in
occasione delle scadenze annuali del pagamento), ma che riguarda soltanto,
al più, gli ultimi tre periodi di imposta, perché triennale è la
prescrizione del potere di accertamento degli Uffici.

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!