11.01.03

Finanziaria 2003: proroga dei termini per gli accertamenti.

L’art. 10 della Legge Finanziaria, è necessario rammentarlo, prevede
l’allungamento di un anno dei termini di decadenza del Fisco dal potere di
accertamento (ai fini delle imposte dirette e dell’IVA) per i contribuenti
che non si avvarranno né del “concordato fiscale”, nè del “condono
tombale”, e né della “dichiarazione integrativa”.
Pertanto, ad esempio, i termini per l’accertamento ai fini delle imposte
dirette per il 1997, che scadrebbero al 31.12.2003, saranno invece
prorogati al 31.12.2004 nel caso in cui il contribuente non accederà ad
alcuno dei modi di definizione automatica dei redditi di impresa e di
lavoro autonomo previsti dalla Finanziaria 2003.
Come è agevole comprendere, è una sorta di “punizione” per chi non
intenderà versare neppure un euro per sistemare i suoi rapporti con il
Fisco!

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!