11.12.2002 – Parte il “cassetto fiscale”.

E’ iniziata ieri presso gli Uffici fiscali di Milano la sperimentazione del
“cassetto fiscale”, il nuovo servizio dell’Agenzia delle Entrate (presto
allargato a tutto il territorio nazionale) che consente al contribuente
di entrare direttamente nell’Anagrafe tributaria, e, soprattutto, di
consultarne gli archivi limitatamente, come ovvio, ai dati che lo
riguardano, che sono i seguenti:
– dati anagrafici, codice fiscale e partita Iva;
– dati delle dichiarazioni dei redditi e Iva presentate, e gli esiti delle
liquidazioni effettuate;
– dati relativi ai rimborsi di imposte dirette e dell’Iva;
– dati dei versamenti operati con i modelli F24 e F23;
– dati patrimoniali risultanti dagli atti pubblici registrati, come, ad
esempio, quello di acquisto di un bene immobile.
Naturalmente, se il contribuente rileverà elementi diversi da quelli a
lui risultanti, potrà contattare, telefonicamente o telematicamente, la
locale Agenzia delle Entrate.
In ogni caso, per poter utilizzare questo servizio bisognerà disporre di
un Pin rilasciato dall’Amministrazione finanziaria.

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!