6/11/2002

Finanziaria 2003: il maxi-emendamento governativo

Si tratta naturalmente del corposo emendamento al testo originario del
provvedimento, che vi interviene sotto parecchi profili, modificandone di
vecchi e introducendone di nuovi.
Ecco in ogni caso gli spunti di maggior rilievo:
– sospensione degli aumenti delle addizionali all’IRAP per comuni e
regioni;
– – riorganizzazione dell’Enpals;
– estensione fino al 31.12.2006 dell’area applicativa del nuovo credito
d’imposta per l’incremento dell’occupazione;
– costituzione di fondi per aiuti alle famiglie “nuove”, specie per
l’acquisto della “prima casa”;
– proroga fino al 31.12.2003 dei trattamenti a sostegno della “mobilità”
dei lavoratori e dei contratti di “solidarietà”;
– modifiche alle annotazioni previste sui registri di carico e scarico per
le imprese di smaltimento rifiuti;
– revisione della disciplina del credito d’imposta per le aree
“svantaggiate”, con la conseguente modifica del famoso d.l. 138/02
convertito nella l. 178/02.
Su alcuni di questi aspetti potremo tornare in seguito, anche se –
perlomeno con riguardo all’ennesima riscrittura delle norme di
incentivazione degli investimenti nelle aree “svantaggiate” – trattasi di
materia ormai di scarso interesse per i farmacisti, perché, come ben
sappiamo, le farmacie sono state inopinatamente escluse dal novero dei
beneficiari di questo “bonus” (v. anche Sediva News del 24/07/02).

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!