05/11/2002

Nuove regole sui rapporti di lavoro .

E’ quasi in via di completamento l’iter normativo di riforma della materia.
Vengono sostanzialmente soppressi gli Uffici di collocamento, almeno nella
forma e nei ruoli in cui noi abbiamo imparato a conoscerli, perché, ad
esempio, verranno “aperti” ai privati, tant’è che anche i consulenti
del lavoro potranno porsi come intermediari tra le offerte e le domande di
occupazione.
E’ comunque istituita una “borsa telematica di lavoro”, proprio per
favorire l’incontro tra domanda e offerta.
Nasce poi una nuova figura contrattuale che consentirà all’impresa di
chiamare il lavoratore in qualsiasi momento ed anche per un tempo
limitato, ed al lavoratore di percepire, oltre alla retribuzione per le
ore effettivamente lavorate, anche un’ “indennità di disponibilità”.
Inoltre, all’odierno lavoro ”interinale” (che permette al datore di
lavoro, come sappiamo, di acquisire un certo numero di ore lavorative da
parte di società specializzate) si aggiunge il “leasing” , che darà pur
sempre la possibilità di disporre di manodopera a tempo determinato, ma
nell’ambito di un rapporto diverso da quello “interinale”.
Scompariranno i contratti di apprendistato e di tirocinio, per essere
sostituiti da altre figure anch’esse agevolative che il Governo
disciplinerà in dettaglio su delega del Parlamento.
Infine, saranno modificate le attuali norme sul “part-time” (anche qui con
decreto legislativo) per rendere più semplice il ricorso alle ore di lavoro
straordinario e, in genere, alle modifiche dell’orario di lavoro.

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!