25/10/2002

Sulla revisione del prontuario farmaceutico

E’ stato pubblicato ieri in G.U. l’elenco dei principi attivi con i
relativi livelli di rimborso riconosciuto dal SSN.
Da oggi scattano dunque i quindici giorni entro i quali le case
produttrici dovranno segnalare al Ministero della Salute l’eventuale
adesione al nuovo prezzo; diversamente, il prodotto finirà automaticamente
nella classe C, quella a carico del cittadino.
In pratica, il prontuario entrerà in vigore ai primi di gennaio 2003 con la
previsione di due classi di farmaci: la A, prodotti assicurati
gratuitamente al cittadino, e la C, prodotti appunto a carico
dell’assistito. Soppresse pertanto le categorie B1 e B2.
Si prevede una riduzione del 7,50% circa dell’attuale spesa farmaceutica
sostenuta dal SSN, ed è quindi opportuno che la farmacia – verso la
fine dell’anno – abbia scorte estremamente contenute, quanto sia
sufficiente , insomma, per garantire il “lavoro giornaliero”, o poco più.
Naturalmente, ove si renda preferibile, o addirittura necessario,
acquistare prodotti in quantità eccedente questi limiti, sarebbe il caso di
raggiungere con il fornitore opportuni accordi per un’eventuale
restituzione dei “pezzi” eccessivi o, meglio, per un rimborso
dell’ammontare della riduzione.

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!