04/10/2002
Nuovi contributi per le “zone svantaggiate”.

La Finanziaria 2003, oltre alle tante cose di cui si è parlato in questi
giorni nella Rubrica, prevede anche lo stanziamento di nuovi fondi c.d.
rotativi (nel senso che i settori che ne beneficeranno saranno volta a
volta diversi) a favore delle imprese operanti nelle “zone svantaggiate”.
Naturalmente, come un recente passato insegna ampiamente, anche queste
contribuzioni saranno rivolte a nuovi investimenti e/o a nuove assunzioni
di personale dipendente.
L’importo erogato sarà, per la metà, a fondo perduto e, per il residuo 50%,
restituibile in 5 o 10 anni ad un tasso di interesse non inferiore allo
0.50%.
Sarà il CIPE, “preceduto” dal Consiglio dei Ministri, a decidere gli
interventi a carico di questi “fondi rotativi”, ma verrà data comunque
priorità al “bonus” per nuove assunzioni.

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!