News del 23/7/2002

Controlli sul “bonus” concesso per le “zone svantaggiate”.

Il Governo sta predisponendo un regolamento, già trasmesso al Consiglio di
Stato per il parere, per la disciplina di una serie di controlli su chi ha
beneficiato del credito d’imposta previsto per le “zone svantaggiate”.
Il controllo riguarderà i singoli acquisti effettuati, l’ammontare delle
fatture e quello della franchigia, nonché, eventualmente, l’inventariazione
fisica dei beni acquistati con l’agevolazione.
E’ necessario, pertanto, tenere a disposizione le fatture di acquisto dei
beni “agevolati” (come del resto già suggerito dai nostri esperti al
momento della compilazione della dichiarazione dei redditi), avendo cura
di controllare che sugli originali delle fatture stesse appaia la dizione:
“Bene acquistato con il credito d’imposta di cui all’art. 8 della L.
388/2000, esposto mediante il mod. F24 del mese di ……..”.
Ricordiamo anche che, in caso di errori, é sempre possibile restituire
all’Amministrazione finanziaria il credito d’imposta, tutto o in parte, già
utilizzato, a mezzo del solito mod. F24 , tenendo conto però degli
interessi maturati per il periodo compreso tra l’utilizzo e la
restituzione.

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!