CONSULENZA LEGALE

La trasformazione di una snc in sas non “ trasferisce” la titolarità
della farmacia sociale – QUESITO

Q1) Abbiamo costituito, due anni fa, una società in nome collettivo che ha
assunto la titolarità di una farmacia: tra i soci (siamo in due , con
partecipazioni alla società per quote diverse) sono ora intervenuti
opportuni accordi per la trasformazione della società in una sas, dove il
socio maggioritario rivestirà naturalmente la figura dell’accomandatario, e
vorremmo sapere se questa trasformazione comporterà, sul piano giuridico,
anche il trasferimento della titolarità della farmacia dalla snc alla sas,
con tutte le conseguenze (necessità del compimento del triennio, pagamento
della tassa di concessione regionale, ecc).

R1) La risposta sembrerebbe, per la verità, banale quanto scontata, se non
fosse per la grande incertezza che invece caratterizza il comportamento nel
concreto di alcune Regioni e/o Comuni e/o ASL, che, infatti, mostrano di
ritenere che, in casi come questi, si versi invece in una fattispecie di
autentico trasferimento della ….. farmacia (!), e perciò anche della sua
titolarità.
Ben diversamente, qui il soggetto giuridico non cambia affatto (come del
resto non cambierebbe affatto neppure laddove un socio cedesse, tutta o in
parte, la sua quota sociale ad altro farmacista), perché la società di
persone resta la stessa, essendone mutato soltanto il modulo (o tipo)
gestorio, il che, come tale, non incide minimamente nella soggettività
della società.
Il titolare dell’impresa, come pure della farmacia, era, e continuerà ad
essere pur dopo la trasformazione, la medesima figura soggettiva.
Ne deriva, pertanto, che la trasformazione da snc a sas potrà avvenire
indipendentemente dal compimento del famoso triennio (dal riconoscimento
della titolarità della farmacia a nome della snc), e che non sarà dovuta la
tassa di concessione regionale che tuttora, in molte regioni, inerisce al
trasferimento a terzi dell’esercizio.

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!